CONTATTI

Tel: 3409393823

Calambrone, Pisa, via Porcari 2. 

Email: denise_bargiacchi@hotmail.com

Ricevo dal Lunedì al Venerdì 8.30-20.30

Sabato 8.30-12.30

  • White Facebook Icon

Copyright© Dr.ssa Denise Bargiacchi P.Iva:01845620507

La Psicoterapia Gestalt Analitica nasce dall’integrazione della Psicoterapia della Gestalt di F. Perls e della Psicologia Analitica di C. G. Jung.

La Psicoterapia della Gestalt si basa sulla ricerca attiva della consapevolezza e sull’assunzione di responsabilità nel presente. Essa parte dal presupposto secondo il quale esistono bisogni e necessità attuali, e il “Qui ed Ora” è l’unica dimensione dove poter agire. 

La Psicoterapia Gestalt-Analitica ritiene, in aggiunta, che i bisogni attuali di ogni individuo nascano dalla storia personale di ognuno, storia che presenta aspetti individuali (Inconscio Personale), ma affondino le radici anche in terre più profonde, laddove ci sono elementi ancestrali comuni a tutti gli uomini (Inconscio Collettivo).

Proprio per questo, ai principi della Psicoterapia della Gestalt si integrano i principi della Psicologia Analitica Junghiana, per aggiungere ricchezza e profondità, allargando lo sfondo di base e creando un orizzonte più ampio.

In Gestalt, il fine della terapia è la consapevolezza e un contatto pieno e gratificante con la situazione presente. Qui sta la differenza tra la Gestalt e la Gestalt Analitica: la Psicoterapia Gestalt Analitica si propone di allargare il campo di azione, partire dalle figure presenti per poi giungere a ciò che vi sta dietro, analizzando il Profondo, gli Archetipi, le nostre parti più nascoste. 
Un importante punto di contatto tra il pensiero di Jung e quello di Perls è la ricerca della totalità, dell’olismo e dell’unificazione. Ogni persona trova le sue più preziose potenzialità nel rapporto dialettico tra le parti conscie e la parti inconscie della psiche. 

 

Ricordiamo, inoltre, che un pilastro della terapia della Gestalt è costituito dall’Analisi del Carattere di Reich e dalle Strutture Caratteriali di Lowen, che conducono, anch’essi, ad una visione totale dell’uomo. Il corpo manifesta contraddizioni e conflitti derivati dalle esperienze di vita che lo plasmano in abiti muscolari, posture, atteggiamenti e mimiche del tutto peculiari. È compito e progetto dell’analisi delle resistenze sciogliere queste contraddizioni scritte nella carne, per aprirsi ad un senso armonico e totale.